Piazza Navona, Palazzo Massimo Lancellotti, Roma

Dettagli

  • Periodo

     2013 - 2014

  • Caratteristiche

     Restauro Conservativo

    Il primo lavoro è stato eliminare tutte le pitturazioni esistenti arrivando quindi alla colorazione originale. Per consolidare ed unificare le superfici fatiscenti abbiamo applicato una colla a base di calce idraulica naturale, dopo che, sulle superfici bugnate, è stato applicato uno stucco romano a base di grassello di calce stagionato e polvere di marmo dell’opportuna cromia. Il cornicione monumentale era in buone condizioni, in quanto ricoperto da tre strati di pittura, di cui l’ultima a quarzo plastico. Data la sua importanza architettonica e storica si è deciso di restaurarlo riportando a nudo lo stucco romano originale. Tutte le pareti lapidee sono state restaurate accuratamente mediante la stuccatura ed integrazione delle parti mancanti e successiva equilibratura cromatica.