Corso Vittorio Emanuele II - 337

Palazzo Amici

Palazzo Amici fu costruito nel 1883 da Gaetano Koch per Francesco Amici in piazza San Bernardo, nel Rione Trevi, rappresentava una delle più originali creazioni dell’architetto nell’ambito della vasta produzione romana di fine Ottocento.
Sviluppa su due piani e due ammezzati, oltre il pianterreno in cui aprono tre portali ad arco tra semi-colonne, due dei quali sono diventati porte di negozio; ai lati, altre due porte di negozio. Sovrasta i tre portale un solenne balcone balaustrato a tre finestre, sorretto da mensole alternate a triglifi con gocce.
A coronamento, un possente cornicione a dentelli.  

Prima

dopo

Prima

dopo

Stato Conservativo

L’edificio era soggetto ad un diffuso fenomeno di deposito superficiale che interessava tutte le superfici architettoniche.Sono stati riscontrati problemi di erosione e decisione della pellicola pittorica, provocate dalla cristallizzazione dei sali, dall'attacco biologico , piogge acide e dai ripetuti cicli termici che generalmente sottopongono il materiale a stress meccanico.

Il Restauro

I lavori sono stati eseguiti nel rispetto del "minimo intervento", onde non compromettere il "testo" nella sua valenza documentaria. Sono state quindi escluse le operazioni invasive di rimozione e reintegrazione.

Interventi

Facciata: Pulitura - Consolidamento - Integrazioni
Copertura: revisione coperture terrazzo - applicazione dell’impermeabilizzazione; - controllo e restauro del lucernario - Pavimentazione area adiacente lucernaio

Prima

dopo